La democrazia deliberativa

La democrazia deliberativa

22.12.2016 | Primo piano
Il superamento del ruolo dei partiti intesi come strumento di mediazione e di raccordo tra cittadini, società ed istituzioni ha determinato una nuova anomalia: una sorta di “occupazione indebita” degli enti istituzionali da parte di quegli organismi che non godono più della fiducia popolare. Ciò sta alimentando una pericolosa incrinatura tra cittadini e istituzioni, che viene quotidianamente allargata dalla spinta delle pulsioni populiste e antipartitiche. La vera sfida del rinnovamento sta nel cambiamento di una cultura di governo che è cresciuta e si è consolidata all’interno di un modello – quello dei grandi partiti di massa – che ormai ha intrapreso un...
 
Il mito della mia gioventù: la sinistra di governo

Il mito della mia gioventù: la sinistra di governo

Quando ero giovane ero fiero e mi vantavo di essere parte della “sinistra di governo”… Non che ai tempi la cosa fosse facile, visto che l’idea più gentile era quella di paragonarci ai ravanelli, rossi fuori e bianchi dentro. Trascuro di approfondire gli esiti di quella contrapposizione, l
Chi rompe paga e i cocci sono suoi (ma anche dei cittadini incolpevoli)

Chi rompe paga e i cocci sono suoi (ma anche dei cittadini incolpevoli)

Non sono per niente sorpreso dell’esito dell’ultimo Consiglio comunale, quello della ritrovata maggioranza a sostegno della Sindaca Carluccio. E devo dire che non mi sento neanche deluso, tradito o villaneggiato: era già tutto scritto da tempo. Chi mi segue più o meno regolarmente, sa che ero
Abbattiamo i muri, costruiamo ponti, realizziamo una comunità plurale

Abbattiamo i muri, costruiamo ponti, realizziamo una comunità plurale

Non abbiamo più tempo! E’ diventato urgente e irrinunciabile mettere in campo uno sforzo di coinvolgimento delle migliori energie disponibili sul territorio per superare l’interminabile spirale di disagio che sta progressivamente impoverendo la collettività brindisina. Questo è l’unico mod
Convivere con i terremoti della terra e con quelli della propria coscienza

Convivere con i terremoti della terra e con quelli della propria coscienza

Qualche giorno fa ho letto una bellissima intervista dell’architetto Renzo Piano sul terremoto che sta spaccando in due l’Italia. Ve ne riporto alcuni passaggi molto significativi. «Purtroppo la terra trema. E la natura non è né buona né cattiva. È semplicemente, e brutalmente, indifferent
Intervista a Quotidiano di Brindisi

Intervista a Quotidiano di Brindisi

«Sindaca non pervenuta, si torni al voto. Necessario un governo di salute pubblica» Al voto subito, per lasciarsi alle spalle l’esperienza di un’Amministrazione «ingiudicabile, con una sindaca non pervenuta». E’ questo il punto di vista dell’ex sindaco di Brindisi Giuseppe Marchionna, c
Il trionfo della piccola, dannata, comoda mediocrità

Il trionfo della piccola, dannata, comoda mediocrità

“E' una malattia. La gente ha smesso di pensare, di provare emozioni, di interessarsi alle cose; nessuno che si appassioni o creda in qualcosa che non sia la sua piccola, dannata, comoda mediocrità”. Così sentenziava Richard Yates nel suo “Revolutionary road”, il romanzo degli anni cinqua
L’idea di progresso tra politiche della post-verità e analfabetismo funzionale

L’idea di progresso tra politiche della post-verità e analfabetismo funzionale

Il concetto di estrema moda in questo inizio d’anno è quello di “post-verità”, espressione con la quale si indicano circostanze o situazioni nelle quali l’opinione pubblica viene fortemente condizionata da fattori emotivi, mentre l’oggettività dei fatti è messa in secondo piano. La po
Il D-day della democrazia brindisina

Il D-day della democrazia brindisina

Il 9 gennaio 2017 sarà ricordato nella storia brindisina come il D-day della partecipazione popolare alle vicende della cosa pubblica cittadina. Non era mai successo prima d’ora in questa Città (e non ho notizia neanche di altre) che la gente si autoconvocasse sui social network per discutere s
Newsletter 9 Buon Anno 2017

Newsletter 9 Buon Anno 2017

E' online la Newsletter 9 Buon Anno 2017 Se volete ricevere gratuitamente la Newsletter, iscrivetevi digitando il vostro indirizzo mail nell'apposita casella che trovate nella home page di www.pinomarchionna.it Di seguito i link per leggere tutti gli articoli della Newsletter 9: - Il futuro appa
Il futuro appartiene a coloro che credono alla bellezza dei propri sogni

Il futuro appartiene a coloro che credono alla bellezza dei propri sogni

“Il futuro appartiene a coloro che credono alla bellezza dei propri sogni” è un aforisma, attribuito a Eleanor Roosevelt, che ha in sé una forza rivoluzionaria che si contrappone alla deprimente quotidianità che siamo costretti a vivere. Il punto critico però è un altro: “Ma noi ce l’a
Babbo Natale regalaci il “Genius Loci”, lo Spirito del Luogo

Babbo Natale regalaci il “Genius Loci”, lo Spirito del Luogo

Caro Babbo Natale, lo so che sono troppo vecchio per credere ancora alla leggenda che tu porti i doni che si desiderano. In verità, ti devo confessare che non ho creduto in te neanche quando ero bambino. Già allora ero affetto da un precoce senso di materialismo storico, per cui mi rifiutavo di
Newsletter 8 La democrazia deliberativa

Newsletter 8 La democrazia deliberativa

E' online la Newsletter 8 dedicata al saggio "La democrazia deliberativa. Teoria e prassi della partecipazione popolare alle scelte del governo ai tempi della crisi della politica, dei partiti e delle istituzioni", pubblicato dalla Fondazione Giacomo Brodolini nella sua Colla di Studi e Ricerche. S
La politica sui social: dallo storytelling primordiale alle campagne di odio sociale

La politica sui social: dallo storytelling primordiale alle campagne di odio sociale

«Fare storytelling è un bisogno primordiale. Siamo letteralmente costruiti per capire il mondo attraverso la narrazione. Il nostro pubblico non solo vuole storie, ne ha bisogno. Facendo dello storytelling una parte significativa della tua strategia di contenuti, stai toccando quel bisogno primordi
La rabbia iconoclasta e la sinistra imbambolata

La rabbia iconoclasta e la sinistra imbambolata

Un’interessante analisi dei risultati del referendum - compiuta da Marco Valbruzzi, ricercatore dell'Istituto Cattaneo di Bologna - ha sottolineato il fatto che «prima che un voto "tecnico" sulla riforma costituzionale o "politico" sul governo Renzi, è stato un voto "sociale". "La rabbia" che co
Ritratto triste di un'Italia rassegnata

Ritratto triste di un'Italia rassegnata

Il 50° Rapporto Censis sull’Italia (reso pubblico lo scorso venerdì 2 dicembre) fotografa impietosamente i più rilevanti fenomeni sociali che caratterizzano il Paese in questa difficile fase congiunturale, individuando tre processi principali in atto nella società italiana. Il primo processo
L'Italia dei cento campanili ... e nessuno Stato

L'Italia dei cento campanili ... e nessuno Stato

“Fatta l’Italia, ora facciamo gli italiani”. Mai come in questi giorni la celebre frase di Camillo Benso Conte di Cavour ben si attaglia alla situazione paradossale che stiamo vivendo. Ad oltre centocinquant’anni dall’unità d’Italia, siamo ancora “la terra dei cento campanili”, a c
E il Grillo mormorò...

E il Grillo mormorò...

Premetto di non nutrire alcun pregiudizio verso il Movimento 5 Stelle. Anzi, spesso i grillini mi sorprendono e mi divertono con il loro senso “naif” della politica che peraltro decreta spesso il loro successo, visto che proprio questa semplicità li porta intercettare il sentimento dell’opini
Newletter 7 La Fabbrica dei Materiali

Newletter 7 La Fabbrica dei Materiali

E' online la Newsletter 7 dedicata al saggio "La Fabbrica dei Materiali", l'organizzazione del ciclo integrato dei rifiuti con annesso Distretto Recupero Materia in un'Area Omogenea della Regione Puglia. Prefazione del Presidente della Provincia, Maurizio Bruno. ISBN 9788892635685, Edizioni Youcanpr
La sindrome del Puzzone

La sindrome del Puzzone

Confesso che comincio a sentire il peso degli anni. Lo capisco dal fatto che ricordo nitidamente molti, troppi avvenimenti degli ultimi cinquanta anni nel nostro Paese: dall’alluvione di Firenze (1966) alle bombe di Piazza Fontana (1969); dal primo sequestro delle B.R. del magistrato (Sossi) (197
Il Distretto Recupero Materia: la nuova filiera produttiva che può nascere dai rifiuti

Il Distretto Recupero Materia: la nuova filiera produttiva che può nascere dai rifiuti

L’eccessiva produzione dei rifiuti solidi urbani, rappresenta uno dei maggiori problemi del terzo millennio, soprattutto in riferimento alle necessità sempre più emergenti di trovare una soluzione al loro smaltimento. Questo continuo proliferare di rifiuti evidenzia, in modo incontrovertibile, c